Google Analytics 4: le metriche base utili per il Dentista

Google analytics 4 per dentisti

Per fare in modo che uno studio dentistico abbia successo è necessario sviluppare numerose conoscenze extra-cliniche. Oltre ad acquisire competenze informatiche e nozioni fondamentali di diritto, civile, fiscale e di economia, un dentista che ambisce il successo del proprio studio deve ampliare le proprie conoscenze in ambito di marketing e, in particolare, nell’attività di local SEO nel campo del web marketing.

In particolare, è necessario conoscere il funzionamento di Google Analytics, strumento necessario per tenere sotto controllo le prestazioni del tuo sito web.

In quest’articolo di Markedonzia scopriremo come utilizzare al meglio Google Analytics per monitorare la qualità delle prestazioni del tuo studio dentistico sul web.

Perché possedere un sito internet?

La presenza online di uno studio dentistico non si limita solo all’attività del sito web. Esistono, infatti, numerosi canali online da sfruttare per creare la propria strategia di comunicazione: le pagine dei social come Facebook e Instagram o le pagine local di Google My Business.

Curare questi canali online vuol dire aumentare la probabilità che potenziali pazienti entrino in contatto con il nostro studio e decidano di prenotare una visita dentistica.

Infatti, da un semplice contatto online si generano lead che, grazie alle prestazioni svolte in studio, possono diventare pazienti.

A differenza dei social, per cui è possibile curare e modificare solo il proprio profilo, il sito web è di proprietà dello studio dentistico e quindi può essere modificato in base alle esigenze dello studio (ma sempre nei limiti della legalità).

Ogni strumento di comunicazione ricopre un ruolo importante nella strategia di marketing odontoiatrico stabilita, ma è indubbio che nel caso di uno studio odontoiatrico un sito web è il modo migliore per generare lead.

Vediamo, quindi, come utilizzare Google Analytics per valutare se il sito web procede come dovrebbe.

Approfondisci anche i seguenti argomenti:

A cosa serve Google Analytics?

Per poter generare i lead un sito web deve avere un buon traffico, ossia deve ricevere molte visite. Questo numero varia in base alla natura del sito stesso. Quali che siano questi numeri, però, è necessario che siano sempre sotto controllo. Puoi usufruire di un servizio online che ti aiuti a controllare il numero delle visite e che ti aiuti a misurare le metriche.

Lo strumento più diffuso in Italia è Google Analytics.

Google Analytics è gratuito e può essere utilizzato in maniera anonima. Grazie a questo strumento possiamo scoprire come gli utenti hanno scoperto il sito, quali sono i contenuti a cui hanno prestato maggiore attenzione, se si trattengono sul sito o se ne escono immediatamente.

Tutte queste informazioni sono fondamentali sia per il professionista che si occupa del sito web, sia per il dentista stesso. Infatti, analizzando queste informazioni ci si può rendere conto delle modalità in cui i visitatori usano il sito web e capire se sta contribuendo al raggiungimento degli obiettivi marketing.

In particolare si può scoprire:

  • se e quanto è visitato il sito;
  • da quali canali arriva maggiormente il traffico;
  • quali sono i contenuti più ricercati;
  • quanti contatti si generano grazie al sito.

Studiando queste informazioni possiamo capire se il sito sta crescendo o individuare le cose da correggere.

Le metriche principali

A seguire ci sono le principali metriche da controllare per verificare l’andamento del sito.

  1. Visite: elezionando Rapporti, Comportamento e panoramica dal Pannello di Controllo è possibile monitorare il traffico del sito. Impostando il periodo di tempo per cui vogliamo fare dei controlli, si ottengono tutte le informazioni circa il numero di visualizzazioni, il tempo trascorso a navigare sulle pagine e la percentuale degli utenti che abbandonano il sito. Inoltre, in basso si possono vedere in ordine decrescente le pagine più visitate e le metriche.
  2. Provenienza: selezionando Rapporto, Acquisizione, Panoramica è possibile conoscere da dove arrivano gli utenti che visitano il sito.I risultati vengono divisi in tre gruppi:– Organic Search: cioè le persone che arrivano al sito tramite ricerca,
    – Referral:
     gli utenti che arrivano al sito tramite dei link esterni;
    – Direct: coloro che digitano nella barra di ricerca il nome del dominio.
  1. Pagine: selezionando Rapporti, Comportamento, Contenuti del sito, Tutte le pagine, è possibile scoprire quanto tempo in media gli utenti trascorrono sulla singola pagina, se i contenuti vengono giudicati di valore e se soddisfino le esigenze degli utenti.
  2. Contatti: inserendo l’URL della pagina da analizzare nel pannello di Analytics, lo strumento controlla le email ottenute dalla compilazione del form di contatto e mostra quanti lead sono stati generati dal sito. È possibile impostare questi controlli in maniera automatica e, se impostata, controlla il numero di telefonate ricevute tramite il tasto “Chiama ora”, se attivo da mobile.

Ti potrebbe essere utile anche: Metriche di Marketing per studi dentistici, le più importanti per una campagna

Come interpretare i dati per migliorare il sito internet

Google Analytics è uno strumento indispensabile per tenere sotto controllo il proprio sito internet. Usandolo costantemente puoi sapere se il sito genera contatti, e, in caso contrario, puoi intervenire e migliorarlo.

Un traffico basso può dipendere:

  • da un problema di brand name, se è il traffico diretto ad essere basso;
  • un basso posizionamento in SERP, se è il traffico organico ad essere basso.

Se ricevi pochi contatti, tieni sotto controllo:

  • il tempo di permanenza sul sito. Se la frequenza di rimbalzo è alta è probabile che debba provvedere a migliorare i tuoi contenuti perché questi non offrono abbastanza informazioni agli utenti;
  • il percorso di navigazione del sito. Se il tempo di permanenza sul sito è buono c’è la possibilità che gli utenti riscontrino difficoltà nella navigazione del sito.

Ora che conosci le potenzialità di Google Analytics, inizia subito ad utilizzarlo e scopri cosa puoi migliorare per rendere il tuo sito un sito di successo.

assicurazione odontoiatrica

Assicurazione dentistica, come funziona

Ci sono molti motivi per sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, ma la protezione dai costi elevati delle cure odontoiatriche è uno dei più convincenti, dato che le

cosa vogliono veramente i pazienti?

Cosa vogliono veramente i pazienti?

Negli ultimi anni, l’esperienza del paziente è diventata un tema importante per gli operatori sanitari e dunque anche per i dentisti. L’obiettivo è far sentire