Quali sono le regole del Marketing per lo Studio Odontoiatrico

Quali sono le regole del Marketing per lo Studio Odontoiatrico

Il marketing odontoiatrico e per lo studio dentistico può essere un argomento davvero complesso e impegnativo.

Spesso i dentisti che si approcciano a questo tema si sentono sopraffatti dalla quantità di informazioni che devono acquisire per aumentare i pazienti del proprio studio e guadagnare di più.

In questo approfondimento vogliamo semplificare l’intero marketing odontoiatrico sottolineando le tre regole del marketing per lo studio dentistico che stanno alla base di ogni strategia.

  1. Non parlare ai colleghi, parla ai pazienti.
  2. Mettici la faccia.
  3. Sfrutta la potenza dei social.

Ognuna di queste tre regole può essere declinata, adattata e applicata con decine di attività diverse, ma tutte riconducibili a queste tre fondamenta.

Scopriamole una per una.

Marketing odontoiatrico: non utilizzare un linguaggio tecnico

Troppo spesso i dentisti nelle loro comunicazioni con pubblico parlano un linguaggio tecnico, finiscono per creare una lista di motivi logici e specialistici per cui un determinato intervento è qualitativamente migliore di un altro.

Questo tipo comunicazioni può attirare l’attenzione dei colleghi, che hanno le stesse conoscenze professionali di base, ma i pazienti non sono in grado di valutare la bontà di un certo intervento piuttosto che un altro, non hanno le stesse competenze scientifiche.

I pazienti valutano il dentista e il suo studio in base alla soddisfazione di un bisogno o alla risoluzione di un problema molto più semplice e profondo.

Quando inizi a comunicare con il pubblico con l’obiettivo di interagire con i potenziali pazienti, ricordati di parlare al loro livello, non a un livello superiore e nemmeno a uno inferiore.

Questo aumenterà il coinvolgimento e l’interesse dei pazienti.

Non ti preoccupare del giudizio dei colleghi, la tua comunicazione di marketing odontoiatrico non si rivolge a loro, ma ai tuoi pazienti!

Perchè il dentista deve metterci la faccia

Stai parlando con delle persone, potenziali pazienti, che sono alla ricerca della soluzione al loro problema.

Soprattutto in tema di salute e benessere, i pazienti hanno bisogno di vedere la faccia del dentista e dell’equipe che li aiuterà per affidarsi alle loro cure.

Questa è una questione molto antipatica, soprattutto per i dentisti più pudici, che non vogliono postare le proprie foto online, ma i potenziali pazienti vedendo in viso chi si occuperà di loro possono creare un senso di familiarità ancora prima di presentarsi in studio.

Ricorda che non è solo il dentista che deve metterci la faccia, anche tutto il suo team di lavoro può essere presente.

Marketing odontoiatrico: utilizza i social network anche se in passato non hanno funzionato

La terza ed ultima regola del marketing per lo studio dentistico è quella di utilizzare i social, anche se precedentemente non hanno funzionato.

Se precedentemente non hai raggiunto gli obiettivi con i social, il problema non erano le piattaforme ma la strategia impiegata in questo mondo online.

I social network sono le nuove piazze, è lì che si trova il tuo pubblico, i potenziali pazienti si nascondono tra quei milioni di persone iscritte sui social network, devi solo trovare il modo migliore (con massimo risultato e minima spesa) per farti notare da loro.

Se seguirai in modo costante e serio le tre regole del marketing per lo studio dentistico che abbiamo appena analizzato, i risultati non potranno che arrivare!

Approfondisci anche: La strategia di marketing individuale dello studio dentistico

assicurazione odontoiatrica

Assicurazione dentistica, come funziona

Ci sono molti motivi per sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, ma la protezione dai costi elevati delle cure odontoiatriche è uno dei più convincenti, dato che le

cosa vogliono veramente i pazienti?

Cosa vogliono veramente i pazienti?

Negli ultimi anni, l’esperienza del paziente è diventata un tema importante per gli operatori sanitari e dunque anche per i dentisti. L’obiettivo è far sentire