La stretegia della prima visita dentistica dei bambini

La stretegia della prima visita dentistica dei bambini

La prima visita dentistica per i pazienti bambini è un momento che richiede molta cura e attenzione, non solo dal punto di vista clinico. Infatti, in questa occasione il dentista si trova a gestire sia il genitore che il figlio, che rappresentano un unico paziente ma, nei fatti, sono due persone distinte.

Proprio per questo motivo è necessario porre in atto delle strategie di fidelizzazione bidirezionate e studiate ad hoc per i due specifici approcci.

La stretegia della prima visita

La prima visita dentistica è un momento strategico di fondamentale importanza, perché permette di conquistare il nuovo paziente e di fidelizzarlo, qualsiasi età questi abbia. Per questo, ogni cosa deve essere pianificata al fine di creare per il paziente un’esperienza positiva:

  • L’arredamento della sala d’attesa
  • L’accoglienza in reception da parte del personale
  • Le strategie di marketing e comunicazione

Curando tutti gli aspetti sopra descritti, è possibile fare una buona prima impressione sul paziente che vede lo studio dentistico per la prima volta.

Tuttavia un’ancora maggiore attenzione va riservata al paziente bambino che si reca allo studio accompagnato dal genitore, perché entrambi possiedono un carico emotivo diverso circa l’esperienza del dentista. È dunque molto importante avere degli accorgimenti su tutti gli ambienti della clinica, sulla gestione extra-clinica del paziente e sul comportamento del dentista e del personale nel contatto con il bambino e il genitore.

La comunicazione all’interno dello studio

La comunicazione tra il dentista, il genitore e il bambino dev’essere triangolare ed equilibrata. Anche se in pratica è il genitore che paga la visita e quindi si potrebbe pensare che sia il genitore il cliente da conquistare, in realtà sia quest’ultimo che il figlio devono essere destinatari di una comunicazione efficace.

In questo caso il compito del dentista è quello di interagire in maniera efficace con il suo doppio cliente, in modo da conquistare entrambi e rendendo la prima visita dentistica del bambino un momento positivo. In questo senso è molto importante modulare il linguaggio per i due diversi interlocutori, spiegando al bambino tutte le buone prassi dentistiche che deve osservare e responsabilizzandolo sulla sua salute orale.

Uno studio dentistico su misura di bambino

Gestire un paziente bambino è per un dentista un compito molto delicato, dalla predisposizione dello studio al primo approccio durante la prima visita, che richiede molte attenzioni particolari, al pari delle visite dentistiche degli adulti.

La comunicazione fuori dallo studio

In primis bisogna porre l’attenzione sulla sensibilizzazione del target, che va accattivato e coinvolto già prima che giunga presso lo studio dentistico. Il dentista può farlo attraverso molti mezzi, dai più tradizionali ai più innovativi:

  • Il passaparola che si innesca tra i genitori soddisfatti dal trattamento ricevuto dai propri bambini
  • I canali digitali e i social media, che devono puntare maggiormente sul ruolo dei genitori nella cura della salute orale e nella relativa prevenzione dei propri figli
  • Campagne di sensibilizzazione presso le scuole, facendo affidamento sul fatto che i bambini ne parleranno a casa con i genitori, i quali saranno esportati a portare i figli presso lo studio dentistico per una visita
  • Condivisione della strategia con altri studi medici, ad esempio di pediatri, nutrizionisti, medici sportivi e altri specialisti della salute dei bambini

Anche in questo caso il dentista deve utilizzare, a seconda del canale scelt, degli approcci differenziati per il genitore e per il bambino.

La comunicazione dentro lo studio dentistico

Anche una volta che il bambino e il genitore hanno raggiunto lo studio, la comunicazione con i due interlocutori deve essere differenziata. Ecco dei suggerimenti per farlo in maniera efficace:

  • Creare una sala d’attesa per i bambini, al fine di metterli a proprio agio, magari allestendo un’area giochi distraendoli da eventuali ansie circa la visita Dentistica trasmesse dai genitori
  • Nell’area clinica potrebbe essere utile allestire un riunito per bambini con uno specifico setting dai colori e dalle forme più vivaci. L’atmosfera giocosa che si verrà a creare sarà fondamentale per tranquillizzare il bambino durante la sua visita dentistica
  • Creare dei supporti informativi su misura dei più piccoli, corredati di progetti-gioco educativi specifici sulla cura dei propri denti, di gadget e di infografiche e brevi racconti con protagonisti i personaggi preferiti dai bambini.

Quali sono le domande frequenti

Invece, le questioni da affrontare con il genitore saranno principalmente le seguenti:

  • Il costo della prima visita
  • Durata e modalità della prima visita
  • Quando programmare la prima visita dentistica per il bambino

Queste sono le questioni sulle quali i genitori pongono domande più frequentemente, e perciò è necessario che il dentista è tutto il personale dello studio siano preparati nel rispondere: infatti, il genitore potrebbe porre le domande anche alla segreteria, alla reception o attraverso i canali social. Tutto ciò al fine di trasmettere competenza e professionalità nel risolvere ogni dubbio dei pazienti.

Conquistare la fiducia dei pazienti

Il compito del dentista è diventare un punto di riferimento stabile per il genitore, trasformandosi anche in un alleato per la salute del bambino e stabilendo in questo modo un solido rapporto di fiducia. Inoltre, conquistando il bambino, al dentista sarà più facile anche conquistare la fiducia del genitore, che tornerà presso lo studio molto più volentieri.

È importantissimo anche il dialogo con il genitore, che dev’essere basato sulla comprensione e sulla prontezza nel risolvere qualsiasi dubbio o perplessità circa la

salute del figlio. In questo modo si può adattare l’offerta di prestazioni alle specifiche esigenze cliniche del bambino venendo incontro alle aspettative del genitore, sia restando nell’ambito delle terapie tradizionali sia tentando la strada di terapie dentali ad alto valore.

Porre attenzione agli aspetti psicologici

Infine, è importantissimo anche l’aspetto psicologico connesso alla visita dentistica, che può provocare preoccupazione:

  • Nei genitori, sia per l’aspetto economico che per eventuali esperienze pregresse
  • Nei bambini, che potrebbero assorbire le ansie dei genitori e di conseguenza associare il dentista a qualcosa del quale avere timore

Rassicurare sia i bambini che i genitori trasmette competenza, ma anche cordialità e capacità di stabilire un rapporto di fiducia con i pazienti, giovando all’immagine dell’intero studio dentistico.

assicurazione odontoiatrica

Assicurazione dentistica, come funziona

Ci sono molti motivi per sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, ma la protezione dai costi elevati delle cure odontoiatriche è uno dei più convincenti, dato che le

cosa vogliono veramente i pazienti?

Cosa vogliono veramente i pazienti?

Negli ultimi anni, l’esperienza del paziente è diventata un tema importante per gli operatori sanitari e dunque anche per i dentisti. L’obiettivo è far sentire