Marca da bollo virtuale per dentisti

Marca da bollo virtuale per dentisti

La marca da bollo virtuale, al pari di quella cartacea, è necessario per sostituire l’imposta dell’IVA nel caso in cui questa non possa essere applicata

La marca da bollo virtuale si acquista online e può essere utilizzata solo per via telematica.

Marca da bollo virtuale: cos’è la  e come funziona

La contabilità in uno studio odontoiatrico è fondamentale per una corretta gestione di uno studio odontoiatrico.

Con l’utilizzo della fattura elettronica è stato possibile rendere tutti i processi amministrativi più veloci, diminuendo tutti i processi burocratici necessari per le prestazioni sanitarie grazie alla creazione di archivi contabili digitali.

Per approfittare di queste innovazioni c’è bisogno della marca da bollo virtuale.

Scopriamo cos’è e come utilizzarla.

Marca da bollo virtual: quando si applica sulle fatture

Se emetti un fattura cartacea o virtuale per le prestazioni sanitarie di importo superiore ai 77,42euro, devi apporre sulla fattura che consegni al paziente una marca da bollo dal valore di 2 euro.

A questo punto puoi:

  • acquistare una marca da bollo in tabaccheria;
  • acquistare una marca da bollo virtuale.

Se scegli di utilizzare la marca da bollo virtuale puoi versare all’Agenzia delle Entrate una cifra stabilita da una previsione delle fatture emesse in un dato periodo in modo che, su ogni nuova fattura puoi dichiarare di aver assolto all’imposta di bollo in maniera virtuale.

Ma cosa bisogna fare per ottenere la marca da bollo virtuale?

Ottenere la marca da bollo virtuale

Ottenere la marca da bollo virtuale richiede pochi e semplici passaggi:

  • richiedi l’autorizzazione alla direzione provinciale del tuo domicilio fiscale;
  • insieme all’autorizzazione comunica anche il numero di fatture che ipotizzi di emettere durante l’anno;
  • l’ufficio competente studierà la documentazione fornita e stabilirà la somma che va versata calcolata dal giorno della richiesta fino al 31 dicembre dello stesso anno. Il totale va pagato in rate bimestrali;
  • alla fine dell’anno comunica l’esatto numero di fatture emesse attraverso il modulo presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. questa comunicazione può essere effettuata solo per via telematica tramite un CAF abilitato;
  • dopo questa comunicazione l’Agenzia delle Entrate provvede a stabilire l’imposta dovuta, comunicando al dentista la differenza di debito o di credito in base alle fatture emesse.

Software per la gestione delle fatture elettroniche (e non solo)

Per gestire la contabilità del tuo studio dentistico in maniera veloce puoi avvalerti di software specifici come DentalOpera.

Il software può aiutarti nel percorso di digitalizzazione degli archivi del tuo studio dentistico. E’ utile anche per la fatturazione elettronica, partendo dall’emissione fino alla conservazione.

Puoi farti un’idea di come funziona il software approfittando della demo gratuita.

assicurazione odontoiatrica

Assicurazione dentistica, come funziona

Ci sono molti motivi per sottoscrivere un’assicurazione sanitaria, ma la protezione dai costi elevati delle cure odontoiatriche è uno dei più convincenti, dato che le

cosa vogliono veramente i pazienti?

Cosa vogliono veramente i pazienti?

Negli ultimi anni, l’esperienza del paziente è diventata un tema importante per gli operatori sanitari e dunque anche per i dentisti. L’obiettivo è far sentire