Dentista per bambini: chi è e perché è importante per uno studio dentistico

Dentista per bambini perché è importante averlo in studio

Per uno studio dentistico, specialmente se gestito da dentisti imprenditori, trovare nuovi pazienti è vitale per la prosperità dell’impresa. Per far si che questo accada, occorre studiare a tavolino strategie di marketing odontoiatrico che, in ogni caso, danno il loro frutto dopo qualche tempo.

Tuttavia, molti titolari odontoiatri sottovalutano di includere nel processo una figura che, sebbene sia ufficialmente riconosciuta, viene spesso poco considerata: il dentista dei bambini.  

Ma chi è questa figura professionale?

Il dentista bambini è un medico odontoiatra che si è specializzato in varie patologie e tecniche per pazienti di età compresa tra i 0 e i 14-16 anni.

La differenza principale con il dentista normale è l’approccio che utilizza nei confronti dei piccoli pazienti. Ogni particolare all’interno dello studio, partendo dall’aspetto estetico, viene studiato su misura per i bambini.

Inoltre, sia il rapporto che la cura sono studiati in modo certosino, poiché in passato accadeva spesso che questi aspetti venissero sottovalutati.

D’altronde, un approccio errato dal punto di vista comportamentale potrebbe causare dei traumi psicologici nel piccolo paziente.

Quindi, i dentisti per bambini devono assolutamente evitare che ciò accada, maggiormente per non pregiudicare del tutto la salute orale nel caso in cui il bambino non abbia più intenzione di rivivere il disagio precedentemente provato.

Per questo motivo, il dentista per bambini deve fare in modo che tutti coloro che mostrano paura nei suoi confronti riacquisiscono una grande sicurezza. Sicurezza che viene trasmessa anche ai genitori, sapendo che possono affidare i propri figli a un team competente in materia. Inoltre, le mamme parleranno dello studio anche ad altre persone, dando vita a un passaparola che porta ad aumentare i pazienti dello studio dentistico.

Come si chiama il dentista dei bambini?

Come si chiama il dentista per bambini

Il nome specifico è pedodontista o dentista pediatrico. Il suo compito è quello di prevenzione, ma si occupa anche di endodonzia, di odontoiatria conservativa e di chirurgia.

Come si può vedere, non si parla di un odontoiatra generico che ha l’abitudine di ricevere piccoli pazienti nel proprio studio: si tratta di una vera e propia figura specializzata in odontoiatra per bambini. Il pedodontista conosce a menadito tutte le fasi della dentizione. Si tratta di uno step cruciale, poiché nella bocca del bambino avviene il passaggio dai denti decidui (meglio conosciuti come denti da latte) a quelli parmanenti.

In questo passaggio possono insorgere patologie e problemi che, se non trattati nel modo adeguato, possono compromettere la dentatura del bambino,

I vantaggi di avere un dentista per bambini in studio

I vantaggi di avere un dentista per bambini in studio

I vantaggi di un dentista bambini in uno studio odontoiatrico sono i seguenti:

  • Conosce le esigenze dei bambini: queste sono specifiche. I pedodontista sa quali terapie dentali fanno al caso del più piccoli. I denti da latte, pur provvisori, hanno necessità di essere curati, soprattutto se il bambino soffre di disturbi. In tenera età, questi disturbi sono direttamente connessi a un’alimentazione sbagliata, magari ricca di zuccheri, oppure a una scarsa igiene orale. Tra i trattamenti che pratica è presente la sigillatura dentale dei solchi, la quale evita che si formi la carie.
  • Crea un ambiente sereno e positivo per i pazienti più giovani: un ambiente troppo austero crea ansia nei bimbi. Inoltre, questa può accentuarsi o sparire completamente in base alle emozioni che gli vengono trasmesse. Quindi, il dentista pediatrico deve sistemare la sala d’attesa con giochi e colori che tengano impegnato il piccolo paziente. Inoltre, la prima visita deve svolgersi in presenza di un pedagogista e il colloquio deve svolgersi tramite termini chiari e semplici onde evitare di spaventarlo.
  • Approcci e competenze su misura: nei centri specializzati in pedodonzia, un dentista pediatrico è consapevole che l’approccio errato potrebbe influenzare in modo negativo le visite successive, poiché il piccolo paziente ha subito un’esperienza niente affatto positiva. Per questo motivo le cliniche dentali per bambini usano avanzate tecniche, anche a livello psicologico. È sempre presente un personale altamente specializzato, composto non soltanto da dentisti, ma anche da pedagogisti, assistenti e anestesisti. Inoltre tutta la strumentazione usata è a misura di bambino.
  • È il migliore alleato dei denti dei bambini: i pedontisti anno benissimo come preservare la salute orale dei pazienti più piccoli. Riescono sempre a trovare la cura giusta per uno specifico problema dentale e sono pronti al passaggio della dentatura da latte a quella definitiva. Interviene in modo tempestivo sulle malocclusioni oppure sulle errate abitudini orali per evitare future complicazioni.
  • Insegna ai piccoli pazienti ad avere cura dei denti: la prevenzione è fondamentale, soprattutto nei soggetti più piccoli. Portare i bambini da un dentista pediatrico li stimola a curare nei dettagli l’igiene orale e insegna loro al corretto utilizzo dello spazzolino da dentis.

Come può capire, quindi,  i bambini hanno bisogno di un trattamento ad hoc, avendo bisogni e probematiche specifiche. Ecco allora che se uno studio dentistico  vanta nel suo team un esperto di odontoiatria infantile, ottiene prestigio e affidabilità agli occhi dei genitori, dando il via a un importante processo di fidelizzazione.

Leggi anche: Come capire cosa vogliono veramente i pazienti

Cosa fa l'odontotecnico? Le differenze sostanziali con l'odontoiatra

Odontotecnico: cosa fa, differenze con il dentista

ApprofondisciCosa fa l’odontotecnico? Ma soprattutto quali sono le differenze rispetto al dentista odontoiatra? Che lavoro fa l’odontotecnico?Che titolo di studio serve per diventare odontotecnico?Differenze tra

cosa vogliono veramente i pazienti?

Cosa vogliono veramente i pazienti?

Negli ultimi anni, l’esperienza del paziente è diventata un tema importante per gli operatori sanitari e dunque anche per i dentisti. L’obiettivo è far sentire